Registrazione

Nome
Cognome
Codice fiscale
Indirizzo email (Non Pec)
PEC
Ho letto ed accetto la policy relativa al trattamento dei dati

Informativa Informativa

INFORMATIVA

(art. 13 D.Lvo 196/2003 e art. 13 Regolamento UE n. 2016/679)

Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice Privacy” (di seguito T.U.) e dell’art. 13 del Regolamento UE n. 2016/679 “GDPR 2016/679” (in vigore dal 25/05/218), recante disposizioni a tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che i dati personali da Lei forniti formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza.

In particolare si specifica che, qualora i dati personali forniti siano dati c.d. sensibili, quali dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali, secondo le prescrizioni contenute nell’art. 26 T.U. s.m.i.

Ai sensi dell’art. 13 T.U. s.m.i., ed in relazione ai dati personali, sensibili e giudiziari di cui il Tribunale di Bologna, in persona del Presidente e legale rappresentante pro-tempore, dr. Francesco Arcangelo Maria CARUSO, di seguito “Titolare”, entrerà in possesso, La informiamo di quanto segue.

Premessa

E’ un dato personale, ai sensi dell’art. 4, comma 1, n. 1), Regolamento UE n. 2016/679: “qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile («interessato»); si considera identificabile la persona fisica che può essere identificata, direttamente o indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo come il nome, un numero di identificazione, dati relativi all'ubicazione, un identificativo online o a uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale”;

Sono dati sensibili, ai sensi dell’art. 4, comma 1, lett. d) “i dati personali idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale”.

Sono dati giudiziari, ai sensi dell’art. 4, comma 1, lett. e) T.U, “i dati personali idonei a rivelare provvedimenti…in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato…” (cfr. art. 4, comma 1, lett. e) T.U.).

Si intende per trattamento, ai fini dell’art. ai senti dell’art. 4, comma 1, n. 2), Regolamento UE n. 2016/679,“qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza l'ausilio di processi automatizzati e applicate a dati personali o insiemi di dati personali, come la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l'adattamento o la modifica, l'estrazione, la consultazione, l'uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l'interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione”.

1. Finalità del trattamento.

Il trattamento dei dati personali da Lei forniti è finalizzato unicamente alla corretta e completa esecuzione degli adempimenti previsti dalla Legge, in ordine alla formazione/aggiornamento/revisione dell’Albo CTU e/o Periti (art. 13 e segg. disp. att. c.p.c. e 67 e segg. disp. att. c.p.c.), nel rispetto della normativa vigente e fermi gli obblighi di riservatezza, liceità e trasparenza di cui agli artt. 5-6 Regolamento UE n. 2016/679.

2. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento, quale “persona fisica o giuridica, l'autorità pubblica, il servizio o altro organismo che, singolarmente o insieme ad altri, determina le finalità e i mezzi del trattamento di dati personali; quando le finalità e i mezzi di tale trattamento sono determinati dal diritto dell'Unione o degli Stati membri, il titolare del trattamento o i criteri specifici applicabili alla sua designazione possono essere stabiliti dal diritto dell'Unione o degli Stati membri”, ai sensi dell’art. 4, comma 1, n. 7), Regolamento UE n. 2016/679, è il Tribunale di Bologna, nella persona del Presidente e legale rappresentante pro tempore dr. Francesco Arcangelo Maria CARUSO, domiciliato per la carica in Bologna, Via Farini, n. 1.

3. Modalità di trattamento e conservazione.

Premesso quanto disposto dal combinato disposto degli artt. 11 T.U e art. 12 Regolamento UE n. 2016/679, si specifica che:

a)il trattamento dei dati è realizzato per mezzo delle operazioni o complesso di operazioni indicate dagli artt. 4 comma 1 lett. a) T.U e art. 4, comma 1, n. 2), Regolamento UE n. 2016/679, in forma automatizzata e/o manuale, anche mediante l’inserimento nei registri di cui all’art. 30 del GDPR 2016/679;

b) il trattamento è svolto dal Titolare, Tribunale di Bologna in persona del Presidente e legale rappresentante pro-tempore, e/o dal Responsabile preposto dal Titolare al trattamento dei dati personali, ove nominato ai sensi degli art. 28 del GDPR 2016/679, nonché dal Responsabile della protezione dei dati, ove designato ai sensi dell’art. 37 GDPR 2016/679, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 32 del GDPR 2016/679, richiamata altresì la nota a firma del Titolare del trattamento dei dati prot. n. 1835 dell’11 giugno 2018;

c) il trattamento di dati personali da Lei forniti, ivi compresi quelli curriculari, saranno resi ostensibili, nel rispetto dei principi di liceità, limitazione delle finalità e minimizzazione dei dati di cui all’art. 5 GDPR 2016/679, previo il Suo consenso libero ed esplicito espresso in calce alla presente informativa, anche on-line nell’Albo pubblico informatizzato e conservati per il periodo di tempo necessario per il conseguimento delle finalità per le quali sono raccolti e trattati.

4. Conferimento dei dati.

Il conferimento di dati personali comuni, sensibili e giudiziari, è strettamente necessario ai fini dello svolgimento delle attività di cui al punto n. 1 dell’Informativa.

5. Rifiuto di conferimento dei dati.

L’eventuale rifiuto da parte dell’interessato di conferire dati personali, sensibili o giudiziari, nel caso di cui al punto 3, ossia qualora si tratti di dati strettamente necessari ai fini della corretta e completa esecuzione dell’incarico professionale ricevuto, comporta l’impossibilità di adempiere alle attività di cui al punto 1.

6. Comunicazione dei dati.

I dati personali, sensibili e giudiziari possono:

a) venire a conoscenza del responsabile del trattamento e/o degli incaricati del trattamento, ove nominati, le cui funzioni sono indicate nel successivo punto n. 10;

b) venire a conoscenza del responsabile della protezione dei dati, ove designato, le cui funzioni sono indicate nel successivo punto n. 11.

A tal fine si specifica che, ai sensi dell’art. 4, comma 1, lett. l), T.U., si intende per comunicazione “il dare conoscenza dei dati personali ad uno o più soggetti determinati diversi dall’interessato, dal rappresentante del titolare nel territorio dello Stato, dal responsabile e dagli incaricati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione”.

7. Diffusione dei dati.

I dati oggetto di trattamento non sono soggetti a diffusioni, se non nei limiti e per le sole finalità pertinenti all’espletamento degli adempimenti previsti dalla Legge, in ordine alla formazione/aggiornamento/revisione dell’Albo CTU e/o Periti, agli operatori interni al Tribunale, agli operatori di altri Uffici giudiziari, agli utenti interessati e ai Consigli degli Ordini Professionali.

A tal fine si precisa che, ex art. 4, comma 1, lett. m), T.U. si intende per diffusione “il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione”.

8. Trasferimento dei dati personali

I dati personali, sensibili e giudiziari da Lei forniti non saranno oggetto di trasferimento né in Stati membri dell’Unione Europea, né in Paesi terzi non appartenenti all’Unione Europea, salvo l’esercizio da parte dell’interessato del relativo diritto nelle forme e nelle modalità prescritte dagli artt. 41 ss D.Lgs. 196/2003.

9. Diritti dell’interessato

Il combinato disposto degli artt. 7 del D.Lgs. 196/2003 e 15 del Regolamento UE n. 2016/679 conferisce all’interessato l’esercizio di specifici diritti, di seguito meglio specificati, che potranno essere esercitati nei confronti del Titolare, nelle forme e con le modalità prescritte dagli artt. 8-9 D.Lgs. 196/2003 e dagli artt. 16-22 del Regolamento UE n. 2016/679.

Si specifica altresì che i diritti di cui ai citati artt. 7 T.U. e 15 GDPR 679/2016, secondo quanto disposto dagli artt. 141 ss. D.Lgs. 196/2003 e dagli artt. 77 ss. GDPR 679/2016, possono essere fatti valere dinanzi le Autorità amministrative e/o giurisdizionali competenti in materia.

In ogni momento, Lei potrà esercitare, ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e degli articoli dal 15 al 22 del Regolamento UE n. 2016/679, anche per il tramite di soggetto da Lei debitamente incaricato, il diritto di:

a) chiedere la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali;

b) ottenere le indicazioni circa le finalità del trattamento, le categorie dei dati personali, i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati e, quando possibile, il periodo di conservazione;

c) ottenere la rettifica e la cancellazione dei dati;

d) ottenere la limitazione del trattamento;

e) ottenere la portabilità dei dati, ossia riceverli da un titolare del trattamento, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, e trasmetterli ad un altro titolare del trattamento senza impedimenti;

f) opporsi al trattamento in qualsiasi momento ed anche nel caso di trattamento per finalità di marketing diretto;

g) opporsi ad un processo decisionale automatizzato relativo alle persone fisiche, compresa la profilazione.

h) chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;

i) revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca;

j) proporre reclamo a un’autorità di controllo.

L’interessato può esercitare i Suoi diritti, a mezzo di richiesta scritta, inviata presso la sede legale del Titolare ai seguenti recapiti: Ufficio Albo CTU – Tribunale di Bologna Via Farini n. 1 40124 Bologna o all’indirizzo e-mail alboctu.tribunale.bologna@giustizia.it.

10. Responsabile del trattamento.

Il Responsabile del trattamento, quale “la persona fisica o giuridica, l'autorità pubblica, il servizio o altro organismo che tratta dati personali per conto del titolare del trattamento” (cfr. art. 4, comma1, n.8) Regolamento UE n. 2016/679), e fatta salva la possibilità di nominare uno o più incaricati, è il Dr. Alessandro Gaston, giusta provvedimento n. 146 dell’11 giugno 2018 .

11. Responsabile della protezione dei dati.

Il responsabile della protezione, ai sensi dell’artt. 32 ss. Regolamento UE n. 2016/679), sarà designato dal titolare e dal responsabile del trattamento al ricorrere di una delle seguenti ipotesi: a) il trattamento è effettuato da un'autorità pubblica o da un organismo pubblico, eccettuate le autorità giurisdizionali quando esercitano le loro funzioni giurisdizionali; b) le attività principali del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento consistono in trattamenti che, per loro natura, ambito di applicazione e/o finalità, richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala; oppure c) le attività principali del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento consistono nel trattamento, su larga scala, di categorie particolari di dati personali di cui all'articolo 9 o di dati relativi a condanne penali e a reati di cui all'articolo 10.

12. Cessazione del trattamento.

La durata del trattamento dei dati forniti è strettamente connessa all’espletamento esecuzione degli adempimenti previsti dalla Legge, in ordine alla formazione/aggiornamento/revisione dell’Albo CTU e/o Periti (art. 13 e segg. disp. att. c.p.c. e 67 e segg. disp. att. c.p.c.). In caso di cessazione del trattamento i dati conferiti al Titolare sono dal medesimo “conservati per fini esclusivamente personali e non destinati ad una comunicazione sistematica o alla diffusione” (cfr. art. 16, comma 1, lett. c) T.U.).